Recensione Pietra Refrattaria Ooni

Recensione Pietra Refrattaria Ooni

Recensione Pietra Refrattaria Ooni: se siete appassionati di pizza fatta in casa conoscerete sicuramente Ooni con i suoi forni portatili da esterno. Un’azienda tra le migliori nel settore, con prodotti di qualità che permettono di cuocere delle splendide pizze al pari delle pizzerie. Bene, Ooni ha una soluzione anche per chi vuole migliorare le performances del proprio forno di casa grazie alla sua pietra refrattaria da forno.

recensione pietra refrattaria ooni

Caratteristiche

  • Dimensioni: 34,2 x 33,6 x 1 cm
  • Peso: 2075 gr
  • Materiale: cordierite

Com’è fatta la Pietra Refrattaria Ooni

La pietra refrattaria Ooni, apparentemente di forma quadrata, ha un’ampia superficie per accogliere i prodotti da cuocere: è possibile infatti posizionarvi sopra pizze di grandi dimensioni, una o due pagnotte, teglie 33 x 33 cm e anche panini.

E’ realizzata in cordierite, il più diffuso materiale refrattario che accumula il calore e lo rilascia agli impasti in modo omogeneo e continuo. La sua caratteristica è anche quella di raggiungere una temperatura superiore a quella massima del forno, ciò comporta un perfetto e migliore sviluppo dei lievitati.

Per quanto riguarda la confezione, all’interno è presente solo la pietra refrattaria.confezione pietra Ooni 12

Acquista la Pietra Refrattaria su Ooni.it

Come si usa la Pietra Refrattaria Ooni

Per cuocere le pizze su questa pietra refrattaria posizioniamola, a forno spento, sulla griglia nella parte più bassa del forno e facciamola riscaldare per almeno 40 minuti, in modalità ventilato.

Una volta pronta stendiamo il nostro panetto di pizza e trasferiamolo su una pala leggermente infarinata. In questa fase mettiamo tutti i condimenti tranne la mozzarella. Facciamo scivolare la pizza sulla pietra in modo deciso e lasciamo cuocere per 4/5 minuti, passando questa volta alla modalità statica. A questo punto accendiamo il grill, tiriamo fuori la pizza e aggiungiamo la mozzarella. Inforniamo poi sulla parte più in alto per un minuto e mezzo.

Questo secondo me è il procedimento più performante e che garantisce una cottura ottimale sia della base della pizza sia del cornicione. Non ho riscontrato il temuto effetto biscottato, anzi le mie pizze erano davvero morbide e con la giusta consistenza del cornicione.

pizza cotta su pietra refrattaria Ooni 12

—> Infornare la pizza senza la teglia ti manda in confusione? Nell’articolo “Come mettere la pizza sulla pietra refrattaria” troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno

 

L’ho testata anche per la cottura del pane a lunga lievitazione con il lievito madre e il risultato è stato altrettanto positivo. In questo caso ho posizionato la pietra Ooni leggermente più in alto, in modo da avere al di sotto lo spazio per una teglia con l’acqua che, evaporando i primi venti minuti, ha permesso di ritardare la formazione della crosta.

—> Se ti piace preparare il pane in casa non perdere l’articolo su come cuocere pane e panini sulla pietra refrattaria dove scoprirai tanti modi per creare vapore e cuocere al meglio

pane su pietra refrattaria ooni 12

Nella sezione “Ricette per Forno e Pietra” potete trovare tante ricette pensate appositamente per la pietra refrattaria.

Considerazioni finali

Avevo ben pochi dubbi sulla qualità di questa pietra refrattaria Ooni. Non poteva essere altrimenti quando parliamo di un prodotto che sì, possiamo usare tranquillamente nel nostro forno di casa, ma nasce prima di tutto come pietra per i forni portatili Ooni Koda e Fyra 12.

Ho apprezzato tanto l’ampia superficie, che permette di cuocervi delle pizze del diametro massimo di 33 cm, quindi molto grandi. Ma soprattutto questa rende agevole e comodo il trasferimento della pizza dalla pala alla pietra. Mi spiego meglio: le pietre refrattarie di solito sono larghe 30 cm, questo significa che lo spazio di manovra sarà nessuno o molto ridotto e la pizza dovrà essere massimo di 29 cm. Con la Ooni invece non abbiamo questo problema infatti anche se non inforniamo la pizza proprio al centro, ci sono meno possibilità che vada oltre il bordo della pietra. Questo per me è un grandissimo pregio.

Possiede una forma diversa, “quasi quadrata”, rispetto alle più diffuse refrattarie rettangolari 38 x 30 cm, cosa che fa sembrare la Ooni apparentemente più piccola ma in realtà ha la stessa superficie utile. L’unica accortezza nel caso di teglie o di pizza in pala sarà quella di adeguarci alle sue dimensioni.

La pietra refrattaria resta macchiata? Sì, come tutte le pietre refrattarie. Questo è dovuto al materiale di cui è composta che è poroso. Le macchie dei condimenti che cadono sulla pietra rimangono e non c’è modo di toglierle. L’ho detto e lo ripeto: togliete i residui, passate un panno leggermente inumidito e lasciate asciugare. Eventuali aloni che resteranno non comprometteranno in nessun modo il suo funzionamento e le successive cotture, sarà solo una questione estetica. Cercate prima di tutto di prevenire disastri, dosando bene i condimenti.

—-> Come pulire la pietra refrattaria tutto ciò che devi sapere per una pulizia corretta

Quindi adesso abbiamo la pietra, abbiamo un bell’impasto di pizza. Cosa manca? La pala. Ho provato la pala Ooni 12″ in alluminio ed infornare la pizza è stato davvero semplicissimo. Il disco di pasta scivola alla perfezione sulla superficie liscia senza attaccarsi, utilizzando solo un pizzico di semola sotto. Mi è piaciuta tanto la sua maneggevolezza, è leggera, con un manico corto (solo 30 cm) e si può riporre con facilità ovunque non essendo ingombrante. In alternativa c’è anche il tagliere/pala in bambù, la cui superficie è liscia, non assorbe l’umidità e fa anche una bella figura come piatto da portata. Non sottovalutate l’importanza della pala poiché un supporto sbagliato al quale si attacca l’impasto, può rovinare tutto il lavoro fatto in precedenza.pala per pizza Ooni 12

Acquista la pala per pizza Ooni

E infine arriviamo al prezzo: la pietra refrattaria Ooni costa 24.99€. C’è anche la versione più grande 52×42 cm il cui prezzo è di 31.60€. Decisamente contenuto considerata la qualità di questi prodotti. E’ vero, la pala non è inclusa nella confezione al contrario di altre marche, ma acquistando insieme pietra e pala, il costo totale sarà solo di poco superiore rispetto alla media.

Il mio consiglio: se amate preparare pizza e pane in casa, l’accoppiata pietra refrattaria e pala Ooni vi darà tantissime soddisfazioni.

Per rimanere sempre aggiornato ed avere contenuti esclusivi seguimi su Facebook e Instagram.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *